….all inside….

Ultima

Terrò?

Con-tenere, trat-tenere. Tenere. Tenere duro, tenere il tono giusto, tenere corta la briglia al cuore. Parola vietata, tabù. Cercare un sinonimo. Anima solo se mortale, oppure cosa. Tenere a bada i bisogni, tenere fuori le aspettative, tenere il muso no, non è ancora il caso, tenere ferme le mani, no, non è richiesto, tenere lontani i dubbi, trat-tenere sulla lingua il tuo sapore, questo mi piace.

Tener fede alle promesse, no, meglio alle premesse, tener testa ai sensi di colpa, quando e se, tener sotto controllo sistole e diastole, tener dentro parole che non mi potrei permettere, tenersi nel binario, tener fuori la tristezza che non sia quella fisiologica dei miei occhi, tener lontani i fantasmi. Tieni (tu)? Tengo (ci).

by Sabrina Campolongo

Annunci

Poesia intraducibile

Premessa: è personale… nel senso che è per una persona. Una sola persona, che non è sola. Parto con i  giochi, anche se con la partenza me la son giocata.

 

Sono un Ilunga

e quanto amavo il cafuné che facevo

ho sempre preferito il wabi-sabi, allo shadenfreude,

ed è il tuo duende che mi lasciava così… hyggelig

ed adesso, in questa saudade? Ya’aburnee.

 

 

(chiave di lettura)

Notizie del Giorno

Afghanistan. Altri quattro italiani caduti dalle impalcature del debito pubblico americano (cit.)

Italia. Minorenne violentata dall’audience televisivo dopo la sua morte. Violentatori uniti su Facebook per il continuo ricordo.

Taranto. Di Bello innocente per non aver commesso il fatto. Falso in bilancio. Prossima la candidatura a Premier, contro la magistratura tarantina rossa.

Nobel: Assegnato il Nobel per la pace a Liu Xiaobo, condannato ad 11 anni di carcere dal governo cinese perché fuori tonalità: le regole del governo dell’armonia vanno rispettate.

Roma: incontro Wen Jiabao – Berlusconi: la Cina supera l’Italia di qualche centimetro. Pronta la risposta della Pfizer.

Bersani: Chi attacca il PD deve riflettere. Siate veloci e indolori.

Papa: Bisogna vivere come se Dio esistesse… D’oh!

Io: non c’ho un cazzo di meglio da fare. Namaste.

Retweet

Intelligenza è rompere il quadrato delle proprie certezze.Sat May 22 13:49:51 via TweetDeck


Direi che c’è poco altro da aggiungere. Meno male che c’è gente davvero intelligente a questo mondo, che mi ridà fiducia nel genere umano (e soprattutto femminile…)

Problema = Soluzione

Post ad alto contenuto di polemiche, astenersi se non interessati.

Oggi mi sono ricordato del perché mi chiamo “Phil Rouge” spesso e volentieri sul web.

Scena 1: Seminario di un professore della Queen’s University di Kingston, Canada. Si tratta di un metodo innovativo per l’estrazione di inquinanti da acque e suoli usando dei polimeri a bassissimo costo, ed il successivo trasferimento degli inquinanti in reattori biologici, che funzionano anche meglio grazie ai suddetti polimeri. Non entro nel dettaglio, ma lasciatemi dire solo che FUNZIONA (e non a caso è il progetto di cui si occupa Turchina). Alla mia successiva domanda “Ma perché non li usate per eliminare il petrolio del Golfo del Messico?” La risposta è stata “Noi come centro di ricerca non abbiamo tali quantità di polimeri; l’azienda che li produce non è interessata, forse per motivi politici, forse economici, onestamente non so dirti perché”.

NO MA DICO SIETE MATTI? Motivi politici ed economici? E voi per ste puttanate del cazzo lasciate che avvenga la distruzione di un ecosistema? Quando ci vorrebbero si e no 3 giorni per eliminare il grosso del problema?

Scena 2: Una mia amica mi dice che non vuole mettere in chiaro una situazione con un ragazzo che le va dietro, per paura di fargli male. Lui crede che possa uscirne qualcosa, lei non sa come negarsi. Dice “eh ma io sono buona”

NO MA DICO, SEI STUPIDA? Invece di spiegargli, magari con dolcezza, che non potrà scoccare mai nulla, tu lasci che il fuoco della “speranza” bruci, e ti aspetti che poi magari prenderà meglio il tuo “no”? Ma come cazzo ragionate?

Fra l’altro lo ammetto: mi è capitato recentemente di vivere una situazione molto simile; e la tipa in questione, se avesse evitato di “scappare” come la mia amica, mi avrebbe risparmiato dolore e rancore, senza dubbio, e mi avrebbe risparmiato anche i facili giudizi negativi da parte di gente che ti chiama amico, ma ti considera più facilmente un mostro senza nemmeno chiederti spiegazioni. E il senso dell’amicizia? Amen

No ma dico, cosa cazzo ci vuole ad osservare la realtà? Cosa cacchiarola ci vuole a VEDERE, invece che PENSARE? Ogni problema è una soluzione! Fine della storia. Ogni soluzione è nel problema stesso, e non esistono problemi irrisolvibili. Almeno fino a che non si cerca di violare le leggi della fisica/chimica/biologia/matematica, ma quella è idiozia, non tentare di risolvere un problema!

E dire che sarebbe semplice! PENSA MENO ED OSSERVA DI PIù! Anzi, il vero problema è scegliere la “migliore” delle soluzioni possibili ad ogni problema! Ma “scappare” “rimandare” “evitare”, QUALUNQUE sia la giustificazione NON È la soluzione! Ed anzi, amplifica il problema!

Scena 3: Un’altra cara amica tempo fa stava male perché non sfrutta le sue conoscenze a lavoro. E allora impegnati, prova a cercarne un altro, no? Nessuno dice che è facile, ma lo vedi anche tu che continuare così ed evitare il problema ti fa stare peggio ti pare? Per fortuna (almeno lei) è intelligente e non aveva bisogno che le dicessi queste ovvietà per capirle ed agire di conseguenza (ma si sa, repetita juvant).

Tutto sta nel concepire il filo rosso, il fil rouge (da cui il mio soprannome) delle cose… porca miseria, è così difficile osservare? Non ci vuole nemmeno una grande intelligenza per osservare (difatti i bambini sanno essere “geniali” proprio perché osservando capiscono subito senza paranoie, sovrastrutture mentali o altre cazzate simili)

Un pò come la Napolitano che fa il monito a Totti. Ao, ma ti sei accorto che la Grecia sta fallendo e che il debito pubblico dell’Italia è 10 volte quello greco (quasi)? Il senso del tuo lavoro qual è, quello di essere portavoce della nazione o di sparare moniti a membro di pastore scozzese? (come fanno a scopare con tutto quel pelo?)

Un pò come mettere veleno nelle piante e poi dire “Ah però, ste piantine stanno cercando di difendersi, che caso”. Ma davvero?

Ma quando agite, vi ricordate il senso principale delle cose che fate? O state a pensare solo alla sovrastruttura e all’iperbolismo catatonico di un dedalo inestricabile di ragionamenti? Diamine è semplice: Problema = Soluzione.

E adesso scusatemi, vado a chiedere l’amicizia ai polimeri per estrarre petrolio dalle acque.

Ma in fondo…

…in fondo ho il mio Jack, il mio cuore, e la mia chitarra…

Sai quanto suonano bene insieme?

Non so se hai presente quando fanno sesso gli angeli…

Seasons…

un anno… 12 mesi, 52 settimane, 365 giorni, 8764 ore, fivehundredstwentyfivethousandssixhundred minutes ago…Sat May 08 07:50:04 via Twitterrific


Beata te. Perché sei abbastanza leggera da lasciarti trasportare, mentre io non riesco a non pensare. E rimango pensante e pesante, attaccato a questa terra che non fa volare i miei pensieri. A questa terra, a questa vita. Bella affascinante, cristallina e gelida.

Ghiaccio di questa eterna attesa di primavera, che il fuoco della stanchezza non potrà mai innescare. E a nulla valsero quelle altre rondini dagli occhi punteggiati, che la mia speranza ha rivestito di fiori, ma la loro libertà ha fatto volare in luoghi migliori.

Smisi di essere colui che fu, ma ancora nessun vento riesce a gonfiare le vele di una nave grigia, desiderosa di salpare, ma ardua da disancorare.

E piovvi cenere.

Always the same…

toilet

…old shit. And Mississippi’s gonna wash it away.

Dusk or Dawn?

3343188281_903a3c155c

È incredibile quanto le ultime fasi del tramonto somiglino alle prime fasi dell’alba.

E non sai più se stia tramontando la notte con la sua bellezza, o il giorno con la sua furia.

Guardo il cielo, e mi accorgo che sta tramontando solo qualcosa che c’era. E che l’attesa è vana.

London Rain

SaraAliscioni_LONDONUNDERRAIN

La pioggia farà il suo lavoro. E laverà via tutto questo. Tutto passa e va. Ma chissà quanto tempo vuole il sole per scaldare ancora questa carne. Quanto tempo servirà alla terra per fiorire di nuovo. E quanto tempo per tornare al mare.

E io che vi cammino sopra con passo incerto, e non so dove andare. Spero di rimanere senza ombrello, e scivolare via. Trascinato da ciò che ho perso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: